mercoledì 20 agosto 2008

CARISSIMI NONNI,...



La mia collega Antonella mi segnala un sito davvero speciale.



Si chiama Banca della Memoria quasi una sorta di Youtube della nostalgia, raccoglie in video i racconti di tanti nonni italiani, come Teresina.

Teresina, una donna al volante, ci racconta le sue avventure vissute alla guida del camion con cui faceva le consegne e lo stupore che suscitava ogni volta qualcuno si accorgesse che era una donna a condurre il veicolo.





Per conoscere le altre avventure di Teresina, cliccate qui.

Banca della Memoria è un progetto nato a Torino, grazie all'iniziativa di quattro giovani che iniziano nel cuneese un esperimento online e collaborativo, creando una community di nonni. L'esperimento è affiancato da un blog, ospitato da La Stampa: Nonno raccontami. Mi è piaciuto molto il brioso racconto di Nonna Rachele, web master.

La cosa più incredibile è che attraverso la Rete ci arriva la voce dei nostri nonni, o dei genitori, nei cui racconti s'intrecciano momenti della storia nazionale e personale, squarci di un’Italia del passato. Ricordi dal valore inestimabile che creano ricchezza culturale e non vanno persi. Utile anche per gli adolescenti, sempre più svogliati davanti ai libri di storia, ovvero per la generazione "che non ha nessun ricordo precedente ad internet", ma che della rete conosce i linguaggi.

Insomma, da usare assolutamente con gli alunni di tutte le età!

E a proposito di applicazioni didattiche di queste belle storie, Antonella mi manda anche qualche idea che condivido volentieri.

Antonella dicit:

“Come attività di ascolto autonomo di tutti i livelli, da A2 in su.

Questo sì che è italiano orale reale, con le dovute interruzioni, la sintassi lasciata un po' per aria, proprio come quando si parla, i cambi di direzione bruschi. E i temi sono bellissimi, interessantissimi.

Io stavo pensando (ovviamente in classi dove l'uso delle nuove tecnologie è ben accetto e dove tutti possano accedervi facilmente a casa) di assegnare ad ogni alunno un filmato a scelta.

Obiettivi linguistici: per l’ascolto del video è quasi scontato l’uso dell’imperfetto indicativo, anche nella forma impersonale “si andava, si faceva”. I tempi verbali al passato. I connettivi di tempo.

Per la presentazione e discussione in classe: le forme per esprimere le proprie opinioni, dalle congiunzioni con l’indicativo, ai congiuntivi, senza dimenticare il condizionale.

Elementi lessicali: un’attenzione particolare alla variante sociale e regionale del parlato.

Attività per i livelli A2-B1:

Per i livelli più bassi magari si fornisce una griglia (molto generale, visto che non sappiamo cosa ascolteranno).

Una griglia possibile per questi livelli potrebbe essere:

- video: scrivi qui il titolo del video che hai scelto e il link..................

(questo lo dovrebbero indicare tutti gli studenti, così poi gli altri se sono incuriositi possono andare a vedere, e noi insegnanti possiamo andare a controllare)

- protagonista/i

- tema trattato

- epoca dei fatti

- breve riassunto del contenuto del video

- riflessione personale sull'attività di ascolto:

a) motivo della scelta del video

b) difficoltà riscontrate

c) invito a scrivere un breve messaggio come compito, che potrà essere postato sul forum del video, (dopo la correzione insegnante>alunno)

Questa ultima parte potrebbe venire proposta anche ai livelli piu alti.

Attività per i livelli B2 e oltre:

Per quanto riguarda i livelli intermedi e avanzati, non diamo indicazioni molto specifiche: solo ascoltare, prendere appunti e raccontare ai compagni la volta dopo.

Magari per i livelli più alti potremmo chiedere anche di segnare qualche espressione che li ha colpiti/incuriositi (2-3 non di più ) e parlarne ai compagni. Non mi riferisco alla domanda assurda: “cosa vuol dire signora maestra?” !!!, quanto piuttosto un "ho sentito questo, immagino che voglia dire quest'altro, mi è piaciuto/ l'ho trovato divertente/ interessante perché... etc. È necessario che sappiano motivare le proprie scelte.

Ovviamente, spero che i temi trattati dai video, come argomenti in sé, o rapportati alla realtà spagnola, possano scatenare un'appassionata discussione.

ahhh, averci il tempo di fare queste cose!

ciao,

(puoi postarla come idea, ma prima mettila in italiano, eh? che ci fo na figura ...)".





2 commenti :

Anonimo ha detto...

Grazie mille, a nome di tutto lo staff della banca della memoria, per aver dato risalto al nostro sito! è per noi davvero importante e stimolante percepire con quanto entusiasmo è stato accolto il nostro progetto!!
inoltre, ci lusinga moltissimo pensare di poter diventare in parte "materiale scolastico"... siamo a vostra completa disposizione e chissà che non si riesca a trovare un modo per collaborare!
grazie mille,
redazione banca della memoria

per qualsiasi informazione o suggerimento, sul sito trovate i nostri recapiti....

Angela ha detto...

PREGO!
Il vostro lavoro è veramente prezioso per i nostri alunni.:0))

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...